Una scelta biologica

Sotto la spinta di Marcello e Cristina, la conversione da agricoltura tradizionale a biologica, iniziata con la vendemmia 2011 si è conclusa con la certificazione delle uve della vendemmia 2014.

Il biologico per molti è una moda, per altri un’opportunità di business. Per Marcello e Cristina non sono né l’una, né l’altra. Per Novaia produrre bio è la naturale conseguenza di uno stile di vita. È una scelta di responsabilità verso l’ambiente, un impegno per le generazioni a venire e il pianeta che consegneremo loro.

In vigna viene utilizzata la pratica del sovescio, con una semina che varia ogni 4 anni ed in base alla tipologia del terreno, per ricreare un ambiente favorevole allo sviluppo della pianta vitata.
Per contrastare in modo naturale la Tignola e la Tignoletta viene praticata la confusione sessuale, una tecnica di controllo o lotta biologica guidata, basata sul monitoraggio eseguito con l’uso di trappole sessuali. L’azienda inoltre è dotata di un impianto fotovoltaico in grado di garantire alla struttura della nuova cantina autonomia nella produzione di energia elettrica.
Novaia aderisce all’associazione Terra Viva Verona, attraverso la quale promuove la conoscenza e la pratica dell’agricoltura sostenibile, organizzando incontri periodici di formazione gratuita rivolti alle imprese agricole, mettendo a disposizione di tutti materiale didattico ed informativo.

Attraverso l’associazione Terra Viva Verona, Novaia cerca anche di sensibilizzare anche i “vicini” ad un uso consapevole dei trattamenti, non solo per limitare la deriva nei propri vigneti, ma soprattutto per migliorare la qualità dell’ambiente.

Indietro a STORIA

Back To Top
campaing-ec

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza nel nostro sito. Se ti va bene, clicca su "Accetta".

Più dettagli | Cookie Policy